Intervista all’economista Marco Ponti sugli investimenti sbagliati nelle grandi opere

Sul sito di arcoiris.tv è possibile vedere o scaricare (22,7 MB) il video di un’intervista di Piero Ricca al prof. Marco Ponti, docente di economia dei trasporti, in cui spiega le ragioni economiche del suo netto dissenso sugli investimenti in linee ferroviarie ad alta velocità, e soprattutto sulla Lione-Torino.  Quello che colpisce delle ragionevoli osservazioni del prof. Ponti,  è che nessuno dei sostenitori delle grandi opere tra i politici e i giornalisti (“la politica del fare”, “senza TAV l’Italia è fuori dall’Europa” e simili)  si senta in dovere di rispondere alla constatazione che il maggior esempio del genere, il tunnel sotto la Manica, rappresenta un clamoroso fallimento dal punto di vista economico ed ha gravemente danneggiato chi lo ha finanziato. E’ vero quindi – come ci ricorda Ponti – che i favorevoli alla TAV puntano sul fatto che verranno spesi (e sprecati) solo ed esclusivamente fondi pubblici e che nessuno risponderà mai per questo cattivo uso delle risorse. Questo mentre si devono tagliare gli investimenti nella ricerca, nella scuola e nella sanità, e non vengono finanziati abbastanza gli interventi necessari e urgenti sulla rete ferroviaria e stradale esistente.
Fonte: http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Downloads&d_op=getit&lid=8523&ext=_big.wmv   (ADSL Windows Media Player)
oppure: http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Downloads&d_op=getit&lid=8523&ext=_big.ram  (ADSL Real Player)

2 Risposte to “Intervista all’economista Marco Ponti sugli investimenti sbagliati nelle grandi opere”

  1. Corrado Sala Says:

    Egregio prof. Marco Ponti
    Sono appassionato di treni e ho sentito in una Sua recente intervista che l’alta velocità non svolge un servizio pubblico, ritenendola evidentemente un servizio per l’elite.
    Mi spiace contraddirla per evidenziarle che in Europa, in occasione dell’entrata in esercizio di tratti ad alta velocità,
    sono stati soppresse numerosissime relazioni ferroviarie notturne, proiprio perché con l’alta velocità si riesce a raggiungere in serata i luoghi che prima si raggiungevano la mattina seguente. Questo dimostra che l’alta velocità é UN SEVIZIO PUBBLICO.
    Cordiali saluti.
    Corrado Sala

  2. northeaster Says:

    Northeaster says : I absolutely agree with this !

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: